COREA DEL NORD: annuncia lo stop alle attività nucleari, in cambio di cibo

Una fonte di AsiaNews: “Buon primo passo, ma dobbiamo andare con i piedi di piombo. Il regime potrebbe aver fatto un annuncio di facciata per ottenere gli aiuti internazionali”. L'accordo confermato dagli Usa, che si sono incontrati a Pechino con i rappresentanti del regime.

Seoul (AsiaNews 29-02-2012) - La Corea del Nord ha accettato una moratoria sui test missilistici a lungo raggio e sulle attività nucleari e di arricchimento dell'uranio nel sito di Yongbyon. La notizia, confermata anche dall'agenzia nordcoreana Kcna, è stata annunciata dal portavoce del dipartimento di Stato americano Victoria Nuland.

 Proprio Yongbyon è stata la sede del primo test nucleare operato dal regime stalinista: dopo gli esperimenti, la comunità internazionale ha imposto un taglio agli aiuti economici e umanitari che ha portato la Corea del Nord sull'orlo del disastro e della carestia.

 Secondo Washington, Pyongyang ha dato il via libera al ritorno degli ispettori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) per verificare e monitorare la moratoria sul nucleare. Nel comunicato dell'agenzia stalinista si legge che “le due parti hanno raggiunto l'accordo per amore della verità e della fiducia reciproca”.

 L'accordo è stato raggiunto a Pechino nel corso di un incontro trilaterale che si è svolto il 23 e il 24 febbraio. Una fonte sudcoreana di AsiaNews, che opera in ambito governativo, commenta: “È un buon primo passo, ma temo che sia in funzione di ottenere di nuovo gli aiuti umanitari. Speriamo di trovarci davanti a un punto di svolta, ma dobbiamo procedere con i piedi di piombo”.